PROFUMI

Porri. Ortaggi del tardo autunno, dell'inverno o primaverili: è un mazzolino di viole a dirci che finiranno in pentola più o meno a San Giuseppe e il profumo di un sottobosco fiorito si sovrappone all'odore un pò incombente dell'ortaggio rappresentato.

Il porro (Allium ampeloprasum var. porrum) è una monocotiledone erbacea della famiglia Alliaceae, varietà orticola selezionata per la consistenza e il sapore delicato delle guaine basali delle foglie.

Si consuma, crudo o cotto, nel momento di massimo sviluppo, molto prima dell'inizio della fioritura. Le violette (Viola sp.) sono dicotiledoni erbacee, uniche rappresentanti della famiglia Violaceae in Europa.

Allium ampeloprasum

I

Il porro (Allium ampeloprasum) è una pianta erbacea monocotiledone biennale della famiglia delle Amaryllidaceae. È simbolo nazionale del Galles.

Il porro è un ortaggio originario della regione mediterranea, probabilmente dal Vicino Oriente. La sua coltivazione è di antichissima memoria: il porro era conosciuto dagli Egizi e dai Romani.

La parte edule è rappresentata dalla parte basale delle foglie (la parte bianca), mentre viene comunemente scartata la parte apicale verde delle stesse.

Nella medicina tradizionale cinese e in macrobiotica il porro è considerato un alimento riscaldante.

  • Titolo opera : Profumi
  • Anno : 2006
  • Misure (cm) : 61 x 46